ArgentinaResto del Mondo

Quando andare a Buenos Aires: clima e stagioni

Il clima di Buenos Aires stagione per stagione

Decidere quando andare a Buenos Aires non è una scelta facile. Molto spesso, infatti, Buenos Aires rappresenta solo una prima tappa di un viaggio alla scoperta dell’Argentina (ve ne ho parlato qui). Tutto dipende da quali saranno le nostre prossime mete: le tropicali Cascate dell’Iguazú o il glaciale Perito Moreno?

Ben consapevoli del fatto che da qualche parte soffrirete (caldo o freddo), in questo articolo vi lascio alcuni suggerimenti per capire meglio quando andare a Buenos Aires.

IL CLIMA DI BUENOS AIRES

Il clima di Buenos Aires viene definito “pampeano”, una variante del clima subtropicale umido, con una media annua di 18°C (gennaio 24° C, luglio 10°C) ed un’elevata umidità, spesso al di sopra del 90%. La città di Buenos Aires sorge, infatti, sull’estuario del Río de la Plata (Fiume dell’Argento), il principale responsabile degli alti livelli di umidità della capitale.

Curiosità:


Nella Fontana dei Quattro Fiumi di Piazza Navona a Roma, realizzata nel 1651 dallo scultore Gian Lorenzo Bernini, sono presenti quattro figure che simboleggiando i più grandi fiumi all’epoca conosciuti: il Danubio, il Nilo, il Gange e il Río de la Plata.

LE STAGIONI

In Argentina l’anno, come in Italia, è suddiviso in quattro stagioni climatiche, ma al contrario! Ovvero quando da noi è inverno, a Buenos Aires è piena estate. Il mese più freddo perciò è luglio, mentre quello più caldo è gennaio. Ma vediamo nel dettaglio le varie stagioni corredate da qualche consiglio utile su cosa portare in valigia a seconda del periodo dell’anno in cui si visita la città.

Primavera: 23 settembre – 20 dicembre

La primavera, come per molte altre destinazioni, è, secondo me, il periodo migliore per visitare Buenos Aires, specialmente i mesi di ottobre e di novembre. Le tante ore di sole e le temperature ancora gradevoli, tra i 15°C e i 25°C circa, vi permetteranno di sfruttare appieno le vostre giornate alla scoperta della capitale argentina. Questo, inoltre, è il periodo di fioritura della Jacaranda, un arbusto dal caratteristico fiore viola che conferisce ai viali di Buenos Aires un’atmosfera incantata ed unica.

Fioritura Jacaranda a Buenos Aires

La fioritura della Jacaranda rappresenta un buon motivo se si è indecisi su quando andare a Buenos Aires

Portate con voi indumenti non troppo pesanti, scarpe (ovviamente) comode e qualcosa con cui coprirvi quando, verso sera, le temperature scenderanno leggermente. Evitate, però, vestiti e accessori di lusso che potrebbero attirare l’attenzione di qualche malintenzionato. Vi sconsiglio, inoltre, di usare borse da portare sulla spalla o in mano. Meglio optare per uno zainetto o una borsa a tracolla, entrambi da indossare davanti al proprio corpo.

Estate: 21 dicembre – 20 marzo

Sconsigliatissimo, per me, il periodo estivo per visitare Buenos Aires. Le alte temperature, tra i 20°C e i 35°C, l’afa e gli elevati livelli di umidità rendono molto sgradevole e poco sopportabile la permanenza in città.

Unica nota positiva: la città, in questa stagione, si svuota. Da dicembre, infatti, oltre alle vacanze di Natale, iniziano per gli argentini le vacanze estive (siamo, perciò, in alta stagione), le scuole chiudono e, di conseguenza, in città c’è molto meno traffico e confusione.

Se non avete alternative, magari perché la vostra destinazione finale è il sud, zona che è preferibile visitare durante l’estate, portate con voi abiti freschi e leggeri, un cappellino, la crema solare e un ombrellino per ripararvi dagli improvvisi temporali estivi.

Autunno: 21 marzo – 20 giugno

L’autunno, come la primavera, è un altro periodo dell’anno da tenere in considerazione se si vuole visitare Buenos Aires con temperature gradevoli. A differenza della primavera, però, in autunno sono frequenti gli acquazzoni.

Oltre ad indumenti comodi e non troppo pesanti, perciò, non dimenticate di portate con voi impermeabile ed ombrello.

Inverno: 21 giugno – 22 settembre

Se state pensando di organizzare una vacanza estiva nell’inverno argentino tenete presente che il periodo di metà luglio coincide con le vacanze invernali: le scuole chiudono per un paio di settimane e gli argentini partono per le ferie. Questo periodo dell’anno è considerato “alta stagione” ed i prezzi lievitano notevolmente.

Per quanto riguarda il clima invece, il freddo è moderato, di media attorno ai 10°C, non gela e non nevica mai. Pensate che nella storia della città di Buenos Aires si sono registrare solamente due nevicate. La prima risale alla notte del 22 giugno del 1918 mentre la seconda al 9 luglio del 2007.

Considerando che le temperature non scendono molto, vi consiglio di mettere in valigia vestiti invernali non troppo pesanti. Non dimenticatevi sciarpa e cappello però: il pungete vento di Sud-Est sa come essere fastidiosissimo in questo periodo dell’anno.

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.