ArgentinaResto del Mondo

Itinerario Barrio Monserrat, Buenos Aires

Barrio Monserrat Itinerario

Il punto di partenza migliore per iniziare un viaggio alla scoperta di Buenos Aires è Plaza de Mayo, luogo dove la città fu fondata e dove oggi si affacciano alcuni dei più importanti ed emblematici edifici della vita politica, civile e religiosa dell’Argentina.

Plaza de Mayo si trova nel quartiere di Monserrat, considerato il centro storico della città, attraversato per due chilometri da Avenida de Mayo. Si tratta del primo viale cittadino inaugurato nel 1894, che collega, da est ad ovest, i due luoghi simbolo del potere dell’Argentina: la Casa Rosada, sede del potere esecutivo, e il Congreso de la Nación, sede del potere legislativo.

COSA VEDERE NEL BARRIO MONSERRAT:

1. PLAZA DE MAYO

Da poco restaurata, la piazza principale del barrio Monserrat fu teatro di molti avvenimenti politici, primo fra tutti la Revolución de Mayo del 1810, evento dal quale la piazza prese il nome. Al centro di essa sorge la Pirámide de Mayo, monumento realizzato nel 1811 per commemorare l’anniversario della rivoluzione.

Dal 1977, ogni giovedì alle ore 15.00, nella piazza si riuniscono le Abuelas de Plaza de Mayo, le nonne e le madri dei desaparecidos (scomparsi), le vittime della dittatura militare che governò l’Argentina tra il 1976 e il 1983.

Abuelas de Plaza de Mayo davanti alla Casa Rosada a Buenos Aires
Le Abuelas de Plaza de Mayo, riconoscibili dal panno di tela bianco che copre il loro capo, sfilano in Plaza de Mayo, nel quartiere di Monserrat. Sullo sfondo la Casa Rosada, sede del Governo argentino.
2. CATEDRAL METROPOLITANA

Edificio in stile neoclassico, rappresenta il più importante luogo di culto cattolico della città. Al suo interno si trova il museo dedicato a Papa Francesco che qui fu vescovo per quindici anni, fino al 2013, quando fu proclamato Pontefice.

Cattedrale: Lunedì-Venerdì h. 7.30-18.30, sabato e domenica h. 9-18.45 | Ingresso gratuito

Museo: Lunedì-Venerdì h. 10-14.

3. BANCO DE LA NACIÓN ARGENTINA

Imponente edificio in stile neoclassico sede del più grande istituto finanziario dell’Argentina.

4. CASA ROSADA

Storica sede del Governo argentino, il colore rosa è il risultato di una pratica molto comune in epoca coloniale, quando, per dipingere, si mescolava alla calce il grasso di mucca, il quale conteneva tracce di sangue.

Dalla piazza si può vedere il celebre balcone dal quale il 1°maggio del 1952 Evita Perón, malata terminale di cancro, diede il suo ultimo discorso. (Se volete visitare la tomba di Evita questa si trova nel Cementerio de la Recoleta)

Visite guidate gratuite dalle h. 10 alle h. 18 sabato, domenica e giorni festivi previa iscrizione al sito ufficiale.

5. MUSEO CASA ROSADA

Sorto sui resti della Aduana Taylor, la vecchia dogana della città, e del Fuerte de Buenos Aires, il museo ripercorre, mediante foto, filmati ed oggetti personali, la storia di coloro che si sono susseguiti alla presidenza dell’Argentina, dall’indipendenza fino ad oggi.

Mercoledì-Domenica h. 10-18 | Ingresso gratuito | Info

6. PALACIO DE HACIENDA

Sulle pareti esterne di questo edificio, sede oggi del Ministero dell’Economia, si possono osservare i buchi lasciati dai bombardamenti del 16 giugno del 1955 durante il colpo di stato contro il presidente Juan Domingo Perón.

7. CABILDO

Quando gli spagnoli fondavano o conquistavano una città, tra le prime attività che svolgevano vi era la costruzione del Cabildo, l’edificio dove il governatore poteva esercitare le proprie funzioni. Attualmente il Cabildo della città di Buenos Aires ospita il Museo Histórico Nacional del Cabildo y la Revolución de Mayo, che propone ai visitatori un percorso dall’epoca coloniale fino al processo rivoluzionario che pose fine al dominio spagnolo. L’edificio in origine era più ampio, in occasione della costruzione dell’Avenida de Mayo vennero, infatti, sacrificati tre dei suoi archi.

Martedì-Domenica h. 10.30-17 | Ingresso gratuito | Info

Cabildo di Buenos Aires
Plaza de Mayo è spesso teatro di manifestazioni di protesta contro il Governo.
Sulla destra il bianco edificio del Cabildo di Buenos Aires.
8. CAFÉ TORTONI
Café Tortoni Buenos Aires

Aperto nel 1858 da un immigrato francese di nome Touan, è il caffè più antico, suggestivo ed evocativo di Buenos Aires, le cui sale decorate ospitano ogni sera, a partire dalle ore 20.30, spettacoli di musica e tango. Vietato non fermarsi per un cafecito!

Av.de Mayo 825 | Info

9. PALACIO BAROLO

L’edificio, realizzato nel 1919 dall’architetto italiano Mario Palanti su richiesta dell’imprenditore tessile Luigi Barolo, è ispirato alla “Divina Commedia” di Dante Alighieri. Inaugurato nel 1923, è stato all’epoca, con i suoi 100 metri di altezza, l’edificio più alto della città.

Av. De Mayo 1370 | Visite guidate tutti i giorni previa prenotazione nel sito ufficiale | Info

10. PALACIO DEL CONGRESO

Con la sua imponente cupola di 80 metri di altezza, l’edificio, disegnato dall’italiano Vittorio Meano nel 1895, è sede del Congreso de la Nación Argentina, il Parlamento argentino.

Palacio del Congreso Buenos Aires

In uno dei parchi antistanti l’edificio, in Plaza Mariano Moreno, si trova il monolite del kilòmetro cero, che simbolizza il punto iniziale da dove vengono calcolate tutte le distanze delle strade dell’Argentina.

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.